Final Step, l’ultimo passo!

Manca un ultimo passo per realizzare il progetto del nuovo album: il traguardo è il 28 giugno!

SE VUOI
CI AIUTI
Livello titolo
A REALIZZARE
UN SOGNO
IL TUO CONTRIBUTO
CONTA
PER RAGGIUNGERE
L'OBBIETTIVO
GRAZIE!
GRAZIE DI CUORE!
previous arrow
next arrow
Slider

Tante realtà stanno ripartendo, così anche il nostro progetto nato in questo momento difficile.
Abbiamo cura e proteggiamo i nostri cari, i bimbi che nascono, quelli che crescono,
i nostri compagni e le nostre compagne di vita, i nostri anziani, tutti gli amici e le amiche.
Abbiamo cura di far crescere e tenere viva la musica, le belle emozioni che ci regala.
Aiutateci a realizzare il nostro sogno: facciamo il passo finale!
Obiettivo: raggiungere il traguardo dei 3’500 franchi entro il 28 giugno .

CLICCA QUI PER SCEGLIERE IL TUO SOSTEGNO!

La band Final Step produrrà il suo quinto album discografico! Dopo “Desert Trolls”, “Uncle Joe’s Space Mill“, “Three Sails-Live @ Il Magazzino” e “Live at Estival Jazz”, si registra di nuovo in studio!
Vibrisse sostiene Final Step e ha promosso questa campagna di raccolta fondi per il progetto.

Dalla regione di confine del Ticino arrivano i Final Step, la band del chitarrista Matteo Finali.
La cifra stilistica del gruppo è il jazz elettrico post-davisiano, in quella sua variante canonica che si è soliti definire fusion. Per meglio dire, lo scaffale in cui potreste inquadrare la formazione è quello di una band jazz-rock, dove il marchio indica uno stile scandito da una intensa pulsazione ritmica, spesso ostinatamente funk.
Che nella band si anima della forza di nuove idee, di un’intensa creatività compositiva che si trasforma in una fusione di jazz, rock, funk, blues e musica etnica.
www.finalstep.ch

C’è qualcosa di speciale nel progetto

Non piace parlare di se stessi, ma gli altri dicono del gruppo:
“Gli Steps Ahead hanno trovato dei degni successori!” (Steve Braun, Rocktimes.de)
“Final Step è un pugno pieno di fusion pompante, funk e jazz elettrico!” (Joe Lang, Abstract Logix)
“I Final Step lo dimostrano ancora una volta: la musica non conosce confini!” (Andreas Schiffman, Musikreviews.de)

Perché abbiamo bisogno di sostegno

Registrare un nuovo album richiede uno sforzo notevole, per riconoscere il contributo dei musicisti, il lavoro in studio di registrazione, per la promozione e la comunicazione con radio, giornali, blog, canali multimediali e social media. Tutti questi aspetti incidono sui costi di un progetto discografico.

Per realizzare tutto questo abbiamo bisogno di voi! Scegliete il sostegno che preferite!